- Gruppo Forza Italia ARS

Comunicati stampa

Comunicati stampa - Gruppo Forza Italia ARS

Sanità siciliana, Mancuso (FI): "Se non curata può diventare cronica. Servono concorsi stabili, non disoccupati"

Palermo, 21/01/2022: "La chiusura del reparto di rianimazione di Gela può essere il primo campanello d'allarme di un sistema che se non curato può diventare cronico. La mancanza di personale sanitario è il vero problema della sanità siciliana e in particolare di quella nissena. C'è estrema necessità di nuovi concorsi, quelli veri. Come possiamo pensare di convincere i nostri giovani medici e infermieri a lasciare il posto di lavoro a tempo indeterminato conquistato altrove, per tornare in Sicilia, con contratti di tre mesi e poi magari ritrovarsi disoccupati in attesa di qualche miracolo? Le opportunità di lungo periodo sono la sola soluzione. Non c’è dubbio, sono diversi i punti nella programmazione dell'Asp che vanno rivisti, a cominciare dai click day, ormai sempre più un terno al lotto. Mi chiedo: se non si riesce a procedere in modo efficiente con tali sistema informatizzati, perché non tornare all’iter tradizionale? L’attesa sta diventando un grande problema. A pagarne le conseguenze sono sempre loro: i malati, oltre al personale sanitario lasciato sempre più in trincea, a combattere da solo una battaglia che non possiamo perdere. Serve un serio cambio di passo amministrativo che rivoluzioni davvero la sanità siciliana. Così com'è lascia troppi interrogativi per strada". Lo afferma in una nota il vicecapogruppo di Forza Italia all'Ars, on
Michele Mancuso.

 - Gruppo Forza Italia ARS

Sicilia, ok a incentivi fino a 500 mila euro per cultura e turismo, Caputo (FI): “Valido sostegno per le imprese di settore. A breve la piattaforma per caricare le istanze”

Palermo, 05/01/2022: “Grazie ad un sinergico lavoro tra Governo regionale, mio e del gruppo parlamentare di Forza Italia, da questo mese anche in Sicilia – fino ad ora esclusa - saranno attivi gli incentivi di Cultura Crea per lo Sviluppo delle imprese dell'industria culturale e turistica, fino a un massimo di 500 mila euro. Un risultato senza precedenti, che premia la mia richiesta per l'inserimento della Regione tra i beneficiari della misura. Per questo ringrazio il dirigente generale del Dipartimento della programmazione, Federico Lasco e l’assessore regionale alle attività produttive, Mimmo Turano, i quali hanno accolto la mia istanza e attivato le procedure. Si tratta di incentivi per lo sviluppo e il consolidamento d'impresa, in favore di tutte le micro, piccole e medie imprese - incluse le cooperative - costituite da oltre 36 mesi e che appartengono all'industria culturale, turistica, creativa, dello spettacolo e del settore manifatturiero tipico locale”. Lo afferma il deputato regionale di Forza Italia, Mario Caputo.

“A breve – conclude il Parlamentare – Invitalia attiverà la piattaforma per la presentazione delle domande. Grazie a tali novità introdotte a seguito della modifica dell'Accordo Operativo tra la Regione Siciliana e il Ministero della Cultura, saranno finanziabili programmi di spesa nelle seguenti aree di intervento: a) servizi per la fruizione turistica e culturale; b) promozione e valorizzazione delle risorse culturali; recupero e valorizzazione di produzioni tipiche locali. Una grande opportunità per una terra che in quanto a cultura e turismo non è seconda a nessuno. Approfittiamone”.


Si ricorda che le agevolazioni sono concesse nei limiti del regolamento de minimis e prevedono congiuntamente:

1) il finanziamento agevolato a tasso zero fino al 60% della spesa ammessa, elevabile al 65% in caso di impresa femminile, o impresa giovanile o in possesso del rating di legalità;

2) un contributo a fondo perduto fino al 20% della spesa ammessa, elevabile al 25% in caso di impresa femminile, o impresa giovanile o in possesso del rating di legalità.

 - Gruppo Forza Italia ARS

Elezione grandi elettori Sicilia, Ternullo (FI): “Ho votato con coscienza per Micciché. Parole di Musumeci offensive. Invito la Procura a indagare su mie proposte irricevibili”

Palermo, 12/01/2022: “Non mi sento una disertrice o peggio vile perché non ho espresso la preferenza per Musumeci durante l’elezione in Aula dei grandi elettori. Non è notizia celata da mistero il mio esclusivo voto per il Presidente Micciché. Ho votato con coscienza, in modo secco. Per tale motivo ritengo le parole di Musumeci profondamente offensive. Per quanto mi riguarda, invito la Procura ad indagare sulle proposte irricevibili o intimidatorie che la sottoscritta avrebbe formulato al Presidente della Regione. Non penso che ai siciliani interessi chi vada in Parlamento a Roma per l’elezione del Presidente della Repubblica. Invito pertanto Musumeci a lavorare con responsabilità. Per quanto mi compete, finora ho sempre lavorato con impegno, dignità e coscienza. Dunque, che il governatore di una Regione possa solo pensare certe assurdità sui deputati è oltremodo grave”. A riferirlo è la deputata di Forza Italia all’Ars, Daniela Ternullo.

 - Gruppo Forza Italia ARS